Rapha Brevet Windblock Jersey test

rapha-brevet-windblock-jersey

Rapha Brevet Windblock Jersey test

La Rapha Brevet Windblock Jersey è un capo che ho già utilizzato con soddisfazioni nei miei precedenti viaggi, ma nella versione estiva, a maniche corte.

In vista del mio prossimo viaggio in bici, ho approfittato di un allenamento invernale per testare la Brevet Windblock Jersey nella versione a maniche lunghe. Ho pedalato con temperature comprese tra gli 0°C e i 12°C, affrontato un percorso molto vario tra salite e discese.

Non mi sono fatto mancare nemmeno una foratura (guarda il video).

La maglia Rapha Brevet Windblock Jersey

Per chi viaggia in bici o affronta randonnée, sa quanto sia importante limitare il peso del proprio equipaggiamento. Ottimizzare l’abbigliamento tecnico è quindi fondamentale, sia per una questione di spazio, sia per garantirsi un capo polivalente in diverse condizioni meteo.

La Rapha Windblock Jersey è definita “la multiuso per eccellenza” tra le maglie da ciclismo. E posso confermarlo. È realizzata in lana merino e nella parte frontale (sul petto) ha uno strato in nylon che funge da antivento.

rapha-windblock-jersey-ls

La lana merino ha diversi vantaggi: asciuga rapidamente, non puzza e mantiene costante la temperatura corporea, prestandosi per essere vestita in diverse condizioni climatiche.

Infatti la lana ha funzioni di termoregolazione essendo un ottimo isolante termico: protegge dal freddo (in inverno) e ripara dai raggi del sole (in estate). Inoltre la lana è in grado di assorbire vapore acqueo fino a un terzo del suo peso senza dare la sensazione di bagnato.

Tutte queste proprietà rendono la Brevet Windblock Jersey di Rapha perfetta per chi viaggia e vuole portare con sé pochi capi di abbigliamento. Nelle mie precedenti esperienze di viaggio in bici, posso confermare che questa maglia asciuga rapidamente quando la si lava e se non si la si lava… non puzza come puzzerebbe una maglia sintetica.

Il gilet antivento sul petto della Brevet Windblock Jersey, invece, assicura una protezione costante in caso di condizioni meteo variabili (ad esempio, se si affronta una discesa in bici e non si vuole perdere tempo ad infilarsi la mantellina).

Mi sento di consigliarla vivamente a chi vuole vivere escursioni di più giorni in bicicletta.

Seguimi anche sul mio canale YouTube: Silla Gambardella

Lascia un commento